La nuova mostra su Basquiat, inaugurata oggi al Brooklyn Museum, è assolutamente da non perdere… l’occasione giusta: “Target First Saturdays“.

Il primo sabato di tutti i mesi l’entrata al museo è gratuita: dalle 17 alle 23 ci si ritrova al museo per ascoltare musica o letture, ballare, bere, divertirsi e intanto godere dell’arte.

Solitamente le mostre speciali sono da pagare comunque (penso lo sia anche quella su Basquiat), il vantaggio dell’andarci sabato 4 aprile è che ci si può immergere nel lavoro dell’artista in un modo più totale.

Alle 18 Tricia Laughlin Bloom, curatrice della mostra, racconterà i  di The Unknown Notebooks. Attenzione: per questo evento saranno disponibili solo 25 biglietti (gratuiti) da ritirare presso il Visitor Center alle 17. È più facile trovare i biglietti, sempre gratuiti, rilasciati alle 17 per il film Jean-Michel Basquiat: The Radiant Child che verrà proiettato alle 18.

Hiroko Masuike/The New York Times

Hiroko Masuike/The New York Times

E ancora poesia, musica, danza ed arte. Davvero da non perdere!

Sarà possibile ammirare il lavoro di Basquiat presso l’ala Morris A. and Meyer Schapiro del quarto piano del Brooklyn Museum fino al 23 agosto 2015.

Si tratta della raccolta dei quaderni dell’artista di Brooklyn Jean-Michel Basquiat (1960–1988). In esposizione frammenti delle sue poesie, dei suoi disegni, giochi di parole e soprattutto la sua personale lettura della vita di strada e della cultura popolare in cui emergono temi come razza, classe e storia.

Articoli Correlati


L’arco di Palmira: da Carrara a New York, via Londra
L''ISIS lo ha distrutto, gli italiani lo hanno ricostruito. L'arco di Palmira, arco di trionfo...

Silent Disco: il Carnevale d’inverno a Bryant Park
Per il primo anno a Bryant Park debutta il Carnevale d'Inverno e se siete a NYC non potete assolutamente...

Vado a vivere in America!
Ho già scritto diversi articoli su come emigrare in America e, viste le vostre continue domande,...