Non preoccupatevi, sono in vacanza in Italia ma non mi dimentico di voi. Ho così tante cose da dirvi che neppure in un anno lontana da New York riuscirei ad esaurire gli argomenti, ahahaha!

Il primo evento “imminente” di cui voglio parlarvi è il Jazz Age, che si terrà il weekend del 16 e 17 giugno a Governors Island.

Prima ancora di raccontarvene tutti i dettagli vi raccomanderei di guardare le foto dello scorso anno scattate da Maurino, che forse valgono più di tante parole 😉

Prendere il traghetto gratuito per Governors Island e ritrovarsi catapultati all’era di Gatsby del Proibizionismo non è cosa di tutti i giorni… ma succede un paio di weekend l’anno a New York!

Se non riuscirete ad andarci a giugno, potete sempre tornarci poi con me il prossimo 18 e 19 di agosto!!!

Dalle 11 alle 17 di sabato e di domenica l’intera isola viaggerà indietro nel tempo e potrete sdraiarvi e rilassarvi sul prato godendo della musica jazz di Michael Arenella e della sua Dreamland Orchestra.

Ecco come sognare davvero ad occhi aperti!

Oltre alla musica anni ’20, potrete divertirvi a ballare lo swing (anche seguendo le istruzioni degli “insegnanti di danza”), fare il picnic o partecipare ai vari giochi organizzati.

Quest’anno, oltre al cibo e alle solite bibite saranno in vendita anche cocktails e sangria serviti da St-Germain Elderflower Liqueur e la birra di Brooklyn Brewery.

Prima della mia partenza parlavo con Sofia, un’amica che lavora da Sottocasa, perché mi diceva di voler comprare i biglietti… Eppure io mi ricordavo che l’evento fosse gratis (probabilmente lo era l’anno scorso).

Ha ragione Sofia: il biglietto costa $15, solo i bambini sotto i dodici anni non pagano.

Per comprare i biglietti in anticipo potete farlo online, oppure pagare in contanti sul posto.

Vi raccomando di vestirvi a tema, o vi sentirete un po’ dei pesci fuor d’acqua; i newyorkesi sono dei veri professionisti –> se ancora non l’avete fatto, tornate all’inizio di questo post e cliccate sul link delle foto di Mauro 😀

E nel caso non troviate in tempo il vestito giusto, potrete anche fare shopping la stessa giornata tra le bancarelle vintage presenti all’evento.

Un incentivo in più ad essere in costume? Farvi poi ritrarre in stile vintage da fotografi professionisti, e così all dressed up (“vestiti per l’occasione”) sarà anche più divertente salire a bordo di una delle macchine degli anni ’20 in esibizione 8)

Ma preparatevi anche a giocare al tiro alla fune, a partecipare alla sfilata dei cappelli o al Pie Recipe Contest (in quest’ultimo caso iscrivendovi gratuitamente, entro il venerdì 16 giugno, mandando un’email a Sarah Liston: govislandpie@gmail.com).

…se vi andrete godetevela anche per me (e se volete postate qui le vostre foto)!!!

Articoli Correlati


Il Jazz Age torna a Governors Island… da non perdere!
Amo Amo Amo questa atmosfera di jazz, danza, lustrini, evasione, party... il fumo del passato che si...

Jazz Age: viaggiare indietro nel tempo a Governors Island
Una delle cose che mi piace di più dei newyorkesi è la loro capacità di mettersi davvero in gioco....

Jazz Age: dal 2016 agli anni Venti con un traghetto
Spesso percorrendo le strade di Nyc si ha la sensazione di essere nel bel mezzo di un film... Persino...