Avete avuto anche voi almeno una volta nella vita la sensazione di aver ricevuto per natale un “riciclo” da parte di amici-conoscenti privi di fantasia che si sono presentati all’ultimo con un regalino più per formalità che per altro?! Su questo tipo argomento non ho neppure intenzione di esprimermi.

Ci sono invece volte in cui sono le persone più care, tipo la nonna o la zia preferita (la mamma non potrebbe mai sbagliare 😉 ), a metterci più in difficoltà.

Cosa dire di fronte ad un maglione “orrendo” che hanno scelto per noi con estremo amore??? E soprattutto, cosa fare???

Una soluzione è trovare le scuse più banali per cambiarlo (“Grazie mille, è stupendo, mi piace tantissimo ma forse su di me il nero non sta benissimo…”, “Wow, è meraviglioso. Penso però che sia un po’ piccolo di spalle…”, “Era proprio quello che volevo! Peccato mi sia un po’ largo, potrei magari vedere se lo hanno una taglia più piccola…”).

In certi casi però mentire non funziona (le bugie hanno le gambe corte!) oppure non si ha il coraggio di farlo e si risponde al gesto di cuore con un imbarazzante sorriso.

Se avete tenuto quel famigerato maglione per senso di colpa, preparatevi ad indossarlo sabato prossimo, il 17 dicembre.

PubCrawls ha organizzato l’evento “Ugly Sweater” presso il Village Pourhouse dell’East Village (al 64 di 3rd avenue, all’incrocio con 11th street) proprio per permettere a tutte le “vittime” come voi di divertirsi insieme ad altri nelle stesse condizioni.

È sufficiente “investire” $10 nel biglietto per poi godere della promozione 2×1 sugli alcolici o di $2 per le birre alla spina da mezzogiorno alle 20 di sabato.

Perché non far contenta la nonna o la zia?! 😀

Articoli Correlati


Buoni Propositi per l’anno nuovo
BUON ANNO A TUTTI!!! I buoni propositi sono impegni che uno prende con se stesso per migliorare...

Non mandate in confusione i cassieri…
Ieri uno dei miei commenti su facebook ha scatenato un super polverone (per utilizzare le parole di Gianni)...

Risparmiare sulle telefonate
Eccomi di ritorno dal mare 🙂 Avevo già scritto questo e altri 2 articoli prima di partire, ma a...