Venerdì 12 agosto – West Village e Downtown

Come per il primo giorno, per la colazione potete scegliere se mangiare qualcosa ad uno dei baracchini che incontrerete o da Starbucks, ma questa volta vi suggerirei di rimanere leggeri, potrete “sfogarvi” poi nel corso della giornata 😉

Grazie alla recente apertura della seconda sezione della High Line, potreste percorrere tutta la linea sopraelevata da 30th street (all’altezza di 10th avenue) fino a 14th street in modo da godere dei diversi quartieri di Manhattan dall’alto nel vostro spostamento verso sud e apprezzare il meraviglioso capolavoro di design e architettura.

Arrivati alla fine, scendendo le scale vi troverete davanti al Chelsea Market. Entratevi da 10th avenue e attraversate tutto il vecchio biscottificio per uscire poi su 9th avenue. Al suo interno potete fare una “seconda colazione” da Sarabeth’s Bakery, assaggiare il chocolate sourdough twist da Amy’s Bread (è proprio al Chelsea Market che il pane viene distribuito in tutte le altre location della città –> potete anche vederne la lavorazione dalle vetrate che danno sul laboratorio) e lasciarvi un piccolo spazietto per il Fat Witch brownie, il numero uno al mondo!!!

Appena a sud del Chelsea Market c’è il Meatpacking District, quartiere una volta dei macellai che oggi si è trasformato in una delle destinazioni più di lusso grazie ai suoi negozi di alta moda, ristoranti cari e di tendenza e locali notturni più trendy.

Potete passeggiare un po’ qui intorno e poi prendere l’Hudson street verso sud finché non vi ritroverete davanti al Bleecker park, un piccolo giardinetto che divide la strada in due. Proseguite su Bleecker street alla vostra sinistra, e dopo un paio di isolati (all’altezza di W 11th street) di nuovo sulla vostra sinistra c’è la famosa Magnolia Bakery… riuscite ancora a mangiare una piccola cupcake?!

Camminate tutta Bleecker street e potete dare il via libera anche allo shopping (più caro e decisamente di tendenza –> una sosta da Reiss ve la suggerisco).

All’incrocio con Carmine street, girate a destra e prendete la linea E della metropolitana in direzione downtown fino al World Trade Center. I lavori proseguono e ormai per fortuna non si può più parlare di “Ground Zero” 🙂

Al 22 di Cortlandt Street c’è anche Century 21, centro commerciale che io puntualmente evito perché troppo incasinato e sempre pieno di gente, ma è indubbio che si possano fare buoni acquisti… qui ci “ho perso” tutti i miei amici in visita!!!

Andando verso ovest su Vesey street e attraversando il ponte che passa accanto al cantiere per il WTC, potete entrare alla Courtyard Gallery World Financial Center, salire le scale al suo interno per godere della vista da lì. Se avete fame potete mangiare qualcosa (ci sono diversi punti alimentari tra cui scegliere) e poi uscite dal complesso dal lato che da sul fiume.

Passeggiate verso sud fino ad arrivare a Battery Park e da lì prendete il traghetto per la statua della libertà ed Ellis Island.

Calcolate circa 3 orette tra traghetto e museo, e al vostro rientro potrete proseguire su Broadway passando per Wall Street, la Trinity Church e poi prendete Fulton street sulla destra fino ad arrivare al Pier 17. Su Fulton street, se volete fare una pausa dolce ma questa volta un po’ meno calorica, potete farvi da soli una coppa di frozen yogurt da Red Mango (i miei gusti preferiti sono cioccolato fondente e raspberry cheese cake 😛 ).

Prima da arrivare al Pier, sulla destra, noterete un punto vendita di Abercrombie&Fitch: questo è l’unico in cui ci siano degli sconti, evitate di entrare in quello su Fifth avenue. Di fronte al negozio c’è anche la famosa mostra Bodies.

Da lì tornate su Broadway e camminare verso nord fino a City Hall, il municipio (da dove potete vedere anche l’ingresso per il Brooklyn Bridge), e prendete la linea 6 della metropolitana verso Uptown fino a Union Square-14th street se volete andare a farvi l’aperitivo col dj al Rubin Museum (150W 17th street) oppure scendete a 77th street e andate al Whitney Museum of Art se preferite la musica suonata dal vivo: a voi la scelta.

Grazie all’estensione di Restaurant Week fino al 5 settembre, potete prenotare la vostra cena in uno dei ristoranti più esclusivi pagando solo $35 a testa (escluso tasse e mancia).

Secondo me sarete cotti….. ma se ancora avete delle forze, cliccate qui per qualche alternativa notturna.

 –> vai al terzo giorno

Articoli Correlati


Chelsea Market
Nel 1890 l'azienda National Biscuit aveva deciso di produrre i suoi biscotti in maniera industriale in...

Foto in mostra al Chelsea Market
È bellissimo passeggiare sulla "High Line" in qualsiasi stagione, ma certamente il freddo e il vento...

High Line sezione 2
Circa 2 anni fa apriva la prima sezione della High Line 1, la linea sopraelevata una volta utilizzata...