Su questo tema, avevo già pensato di scrivere qualcosa quando mi trovavo in Italia, ma poi, non so neppure perché, mi è volato dalla mente.

Tutti noi abbiamo l’idea degli americani come quelli delle “grandi dimensioni”, di un’America dove tutto è grande. Non solo le distese di terra, l’altezza dei grattacieli, il formato delle macchine o la stazza delle persone, ma anche le confezioni alimentari e le porzioni dei piatti serviti in tavola sono, diciamo, “importanti”… Qui tutto è BIG!

Sommando questo all’idea del consumismo, ho sempre pensato che qui ci sarebbe stato molto più spreco… ma forse mi sbagliavo.

Non sono proprio certa di quello che voglio dirvi, perché è senz’altro vero che questa è la patria del capitalismo, in cui la produzione del nuovo va sempre a rimpiazzare il vecchio…

Ma vorrei soffermarmi per un attimo al cibo.

Se anche la nostra cultura ci insegna a non buttare via niente (tantissime ricette italiane sono infatti il prodotto di “avanzi” del giorno prima 😉 ), quando poi andiamo al ristorante, ancora non succede che il cameriere prepari il cibo che non è stato mangiato in vaschettine d’alluminio (tipo quelle della rosticceria, per intenderci) da portare a casa e mangiare poi il giorno dopo… o mi sbaglio?

Qui l’idea del “doggy bag” risale a più di dieci anni fa, e oggi nessuno si oserebbe più a chiamarlo in questo modo perché è normale pensare che gli “avanzi” servano per il pranzo del giorno dopo, e assolutamente non per il cane!!!

Qui TUTTI, e ripeto, TUTTI, si fanno mettere da parte il cibo non consumato e se lo portano a casa.

Io sono “di buona forchetta”, e quindi i miei piatti difficilmente sono da portare a casa (diciamo pure che a me e a Luca nessun cameriere ci ha mai chiesto se volevamo portare via il cibo rimasto 😀 ), ma in Italia mi è successo più volte vedere piatti quasi pieni lasciati abbandonati sui tavolini dei ristoranti… che peccato!!!

A conferma di questa attenzione al “non-spreco” da parte degli americani vi è anche una crescente vendita di prodotti che consentono di conservare meglio e più a lungo cibo e bevande.

A parte le zip di plastica con cui gli americani riempiono i frigoriferi (noi, che continuamo ad usare i container di plastica, ancora non ci siamo americanizzati abbastanza, ehehehe! 😀 ), altre cose che stanno spopolando sono i tappi per le lattine o per le bottiglie che permettano alla bevanda di non sgasare –> li trovate da The Container Store, e sono troppo carini!!!

Cosa dite, siamo pronti anche noi italiani a mettere in uso tutto quello che ci hanno insegnato i nostri nonni e i nostri genitori e ad imparare a non sprecare più nulla quando usciamo a mangiare al ristorante?

PS. a nostra discolpa, ammetto che gli americani lo fanno anche perché non cucinano molto in casa, e avere il cibo pronto il giorno dopo è “manna dal cielo” 😉

Articoli Correlati


Dolcetti pasquali… Niente uova al cioccolato
Uova al cioccolato con la sorpresa? Scordatevele a NY... e mangiatene qualcuna in più per noi dall'Italia...

Treccine africane
Se il titolo vi suona un po' strano non preoccupatevi, è del tutto normale :-) Anche a me è sembrata...

Calendario dei SALDI
Credo di aver risposto privatamente alle vostre domande numerose volte a questo proposito, ma grazie...