Qualche giorno fa, Tilla ed io siamo state invitate da Piccolo Café per colazione.

Tra le quattro location, abbiamo scelto di andare a quella di Gramercy, proprio dietro la mia amata Union Square.

Michele, il proprietario, che ci ha raggiunte poco dopo il nostro arrivo, ci ha detto che avevamo scelto proprio il primo café da lui aperto.

IMG_1893

La sua storia è nata proprio tra le bancarelle natalizie della piazza. Credendo di avere un’idea brillante, fece un cartello pubblicitario che invitava la gente a bere il caffè al suo stand e scelse di metterlo tra le mani della statua di Ghandi… la polizia di NYC non apprezzò molto il suo spirito creativo (se passate a trovarlo vi racconterà lui l’intera – divertentissima – storia) eppure fu proprio questo uno dei motivi che, qualche tempo dopo, lo portò ad aprire il suo primo café al 157 3rd Avenue, tra 15th e 16th Street.

Il locale, piccolo e accogliente, è stato costruito con materiali riciclati lavorati artigianalmente. Alle pareti al momento si trovano le foto di Frankie Hi Nrg e i disegni di batman di Bob Kane.

IMG_1870

IMG_1878

Partendo da un caffè ed un cappuccino, Tilla, Michele ed io ci siamo ritrovati a trascorrere praticamente tutta la giornata in “un fiume di parole“.

IMG_1873

IMG_1884

Collage

Fattesi le 14, Michele si è proposto di accompagnarci nella location dell’Upper West Side, al 313 Amsterdam Avenue, tra 74th e 75th Street per il pranzo.

IMG_1907

IMG_1910

Questa volta ci siamo trovate in un ristorante carinissimo, sempre piuttosto raccolto e con la stessa energia. Alle pareti la stessa carta dei vecchi giornali italiani applicata con acqua e farina come collante. Qualche altro oggetto vintage che lo caratterizza e un altro punto fermo: le stesse brioches fatte in casa sul bancone 🙂

IMG_1918

IMG_1920

Mentre Tilla apprezzava il decor del locale, io mi facevo servire il vino rosso che avrebbe accompagnato il nostro risotto.

IMG_1901

IMG_1935

IMG_1929

Risotto speciale del giorno con melanzane e pancetta

IMG_1950

Mozzarella di bufala importata direttamente dal produttore italiano

IMG_1953

A conclusione di una così piacevole giornata non poteva mancare il dessert, un’eccezionale mousse al cioccolato.

Sono golosissima e raramente la mousse è così buona: complimenti ai bolognesi di NY!!!

Felici e contente siamo tornate a casa pure col libro Bologna the indulgent… tornerò di sicuro anche con Luca per assaggiare tutte le altre delizie sul menù.

IMG_1957

Se siete a NYC segnatevi subito tutti e quattro gli indirizzi:

GRAMERCY: 157 3rd Avenue, tra 15th e 16th Street
TIMES SQUARE: 274 West 40th Street, tra 7th e 8th Avenue
MIDTOWN: 238 Madison Avenue, tra 37th e 38th Street
UPPER WEST SIDE: 313 Amsterdam Avenue

Articoli Correlati


Café Luluc: squisiti french toast e le migliori pancakes di NYC
È da quando ci siamo trasferiti a Brooklyn (4 anni fa circa) che ho scoperto la bontà delle pancakes...

WOODSTOCK: ARTE, MUSICA E…AUTUNNO!!
Sabato 17 ottobre io e Fabio con i nostri quadrupedi siamo stati nell’affascinante Woodstock NY, distante...

Charlie Brown e Lo spirito natalizio nelle vetrine di Macy’s
Macy's ha svelato oggi le sue vetrine natalizie ed eccovi subito tutte le foto (come ho tempo vi posto...