La vera pizza italiana

Sono pizza dipendente, e questo elenco l’ho stilato dopo una lunga e accurata ricerca (un grazie particolare va a Cara, Joe e Daniel) che è durata svariati mesi ed è il frutto di diverse prove e meticolosi esperimenti 😛

Kesté, pizza napoletana DOC
Don Antonio, da Napoli a Times Square
Forcella, ancora autentica napoletana
Motorino
Luzzo’s
Nº28, sottile e croccante, la migliore è quella “al metro”
Pizza Roma, originale al taglio

Luna Rossa
Lucali
Zero Otto Nove

E dal 20 settembre 2011 è aperta anche Sottocasa, la “nostra” pizzeria

Una parola sulla pizza italo-americana.

Al loro arrivo a NY (Brooklyn soprattutto) i primi emigrati italiani si sono dovuti arrangiare nel trovare e materie prime e hanno dato vita ad una la pizza molto speciale, frutto della mescolanza della cultura italiana e di quella americana. Una delle pizzerie più note tra queste è Grimaldi. Se volete provare un’esperienza differente ve la raccomando… La fila è d’obbligo, trovandosi su tutte le guide del mondo.

I ristoranti italiani.

Non è poi così difficile trovare buoni ristoranti italiani in giro per la città, ma è altrettanto facile fare brutte esperienze. Ecco alcuni suggerimenti per muoversi in “maniera intelligente” tra le varie proposte che la città offre.

Come sopravivere a Little Italy e qualche suggerimento per non sbagliare:

Bianca, al 5 di bleeker street, nell’East Village
Celeste, al 502 di Amsterdam avenue, tra 84th e 85th street, nell’Upper West
Malatesta, 649 Washington street, tra Christopher e 10th street, nel Village
Broken English, al 68 di Bergen street di Brooklyn (all’uscita della metropolitana Bergen della F), è buonissimo!!!

Questi sono più cari ma di alto livello:
Casa Lever, 390 Park avenue (all’incrocio con 54th street)
Marea, 240 Central Park South, vicino a Columbus Circle

Un buon panino invece potete mangiarlo da Salumè e da Eataly, ma non pensate di trovarlo a meno di $8 se lo volete di buona qualità.