Tra gli anni ’70 e ’80 nelle Langhe, precisamente sulle colline del Barolo, una nuova generazione di piccoli produttori metteva in moto la rivoluzione nel processo produttivo del vino.

Trent’anni dopo il Barolo ha conquistato il mondo ed è considerato uno dei vini più pregiati d’Italia.

Barolo Boys, The Story of a Revolution“, girato da Paolo CasalisTiziano Gaia, è un film documentario sulla storia di questi giovani protagonisti; sulla passione, il coraggio e la determinazione con cui Elio Altare, Chiara Boschis, Marco de Grazia, Giorgio Rivetti e Roberto Voerzio (solo per citarne alcuni) si sono battuti perché il vino di questa piccola area si imponesse sulle scene internazionali. Alla sua realizzazione hanno partecipato anche Carlo Petrini, fondatore e presidente di Slow Food, Oscar Farinetti, presidente di Eataly, e Joe Bastianich, voce narrante.

Il film documentario verrà presentato giovedì 6 novembre alle 18 presso la Casa Italiana Zerilli Marimò.

L’evento è gratuito e vi parteciperanno anche i registi del filmElio Altare e la sommelier Alessandra Rotondi.

Martedì 4 novembre, dalle 18.30 alle 20, presso La Scuola di Eataly (200 Fifth Avenue, all’incrocio con 23rd Street) viene proposta anche una serata speciale di cena e degustazione di quattro bicchieri di Barolo scelti e presentati proprio da i “Barolo Boys”. Il costo, $170, include anche una copia del film documentario su cui verrà centrata la serata.

–> Nella foto qui sopra vedete il DVD presentato dalla mia amica Tilla: sono sue le illustrazioni della copertina ed è per questo motivo che approfitto di questo evento, sull’eccellenza italiana nel mondo, per parlarvi anche di lei: strepitosa!!! Guardate tutte le sue illustrazioni 🙂 …Viva l’Italia!!!

Articoli Correlati


Tilla illustration
Stasera (martedì 4 novembre) e giovedì 6 novembre i "Barolo Boys" saranno a NYC per la presentazione...

Film gratis sulla High Line
Col concludersi dell'estate sono sempre meno gli eventi gratuiti offerti dalla città. Per fortuna...

Nutella chiama Eataliani
Qualche giorno fa Cristina, blogger di i-NewYork e PR manager di Eataly USA, mi ha mandato un invito...