Il primo iPad2 a New York? Comprato a $1400.

Come di sicuro saprete, ieri la Apple è uscita col nuovo iPad. La gente ha iniziato a mettersi in fila dalla sera precedente per conquistare le prime posizioni e poter essere certa di poter tornare a casa col “nuovo giocattolino” prima che fosse sold-out (tutto esaurito).

Non so se succede anche in Italia, perché non sono mai stata una gran fan delle code, ma qui mi capita di vedere persone in fila in ogni momento……..!

Sta per uscire il nuovo gioco della Playstation o di chissà quale altra console? Tornando a casa la sera tardi è impossibile non lasciarsi stupire dalle enormi serpentine di fronte al negozio. Indipendentemente dall’età o dal sesso, sembrano tutti pronti a passare la notte in coda pur di poterselo aggiudicare…

Credo che anche questo faccia parte della cultura americana 🙂

Ho provato solo una volta questa esperienza, di fronte al negozio di Desigual (come già sapete), ma per questo “atto temerario” sono stata premiata con $700 di vestiti che ovviamente mi sono stati regalati. Ehehehe, ne vado super fiera!

Ma no lo avrei mai fatto se poi, alla fine dell’attesa, fossi semplicemente stata la prima a dover spendere altri soldi per qualcosa che avrei potuto tranquillamente comprare qualche giorno dopo, senza la follia e il caos legati al lancio di un ogni nuovo prodotto.

Ancora ancora posso comprendere chi aspetta l’apertura straordinaria di black friday per godere dei grandissimi sconti proposti dai vari magazzini. Anche qui si parla di resse e di pazzia generale (ogni anno purtroppo avviene una tragedia da qualche parte), ma c’è chi riesce a portarsi a casa la televisione tanto sognata a metà prezzo.

Voi che pensate? Avete mai fatto una fila dalla sera prima?

Ieri una govane studente, Amanda Foote, ha guadagnato $900 (utili per il college) mettendo all’asta il suo primo posto in fila davanti al negozio della Apple di 59th street. 

Per conquistare la prima posizione, si era messa di fronte al negozio il mercoledì sera alle 17; l’iPad sarebbe poi stato disponibile venerdì mattina!!!

Forse vi stupirete, ma anche questo succede spesso.

D’estate, quando Central Park regala i biglietti per gli spettacoli di Shakespeare in The Park, sono tantissimi gli studenti che mettono annunci su craigslist per far la fila al posto di qualcun altro disposto a pagare per quel biglietto!

E così ieri, miss Foote ha venduto il suo posto ad Hazem Sayed (programmatore di applicazioni per l’iPad), che si è aggiudicato l’asta per la “modica cifra” di, ripetiamolo, $900!!!!!!!!!!!

Saranno forse state anche meritate, visto che la ragazza ha dormito a malapena 4 ore in 2 giorni pur di “non mollare la presa”, e ha pure dovuto affrontare la terribile tempesta che si è rovesciata sulla città giovedì notte. Tenacia e temerarietà che sono state ricompensate. Voi l’avreste mai fatto???

E cosa ne pensate del signor Sayed e di tutti gli altri partecipanti all’asta? Hazem Sayed ha detto di aver fatto un ottimo affare, visto che sarebbe dovuto partire per lavoro il giorno stesso e questo gli ha consentito di poter dormire tranquillo, certo di poter portare con sé il nuovo iPad senza problemi.

Nell’intervista su The Feast, Sayed dice di aver notato la ragazza e le varie persone interessate al suo posto il giorno prima. Le si è avvicinato e le ha lasciato il suo numero di telefono, chiedendole di tenerlo aggiornato sull’asta e promettendole che lui avrebbe rilanciato qualsiasi offerta pur di poterselo aggiudicare.

Alle 9 del mattino di venerdì si è presentato di nuovo al negozio di Fifth avenue e dopo aver saputo che la cifra era arrivata a $850, ha dato alla ragazza $50 in più e ha preso il suo posto riuscendo così a comprare per primo il nuovo iPad2!!!

Nell’intervista è chiaro che Hazem è soddisfatto del suo nuovo acquisto ed è persino fiero di aver vinto l’asta, e Amanda ha trovato un modo per riempirsi le tasche: “tutto è bene quel che finisce bene!” 😉

Articoli Correlati


iPad, da sabato nei negozi Apple!
Pronti, partenza...via! Alle 9am di sabato 3 aprile, apriranno le porte di tutti gli Apple Store di...

Una serata al cinema
Ieri sera Daniela ha deciso di passare la sua ultima (di questi 3 mesi, ma ce ne saranno molte altre...

Yelp, per andare sul sicuro
Una delle cose che adoro degli americani è che sono sempre pronti a recensire qualsiasi cosa: ristoranti,...