Domenica mattina, finita la lezione di yoga a Long Island City (e poco prima che iniziasse a diluviare), una delle ragazze presenti si è avvicinata ad un pianoforte tutto colorato al centro della piccola piazzetta davanti al molo e aveva iniziato a suonare.

Pensavo fosse anche questo un ulteriore pezzo d’arredo creato apposta per LIC, ma ieri a Central Park (nell’angolo dal quale si entra al parco che si affacia su Columbus Circle), ne ho notato un altro identico: sembra quasi essere disegnato da bambini.

È stato Luca stamattina a dirmi che si tratta della nuova istallazione presente in città dell’artista inglese Luke Jerram. La sua idea, dopo essere stata sviluppata a Birmingham, è stata portata a Londra, a San Paolo, Bristol e Sydney.

Quest’estate è arrivata anche a NY, e alle 12pm del 1° di luglio sarà fatto un collegamento con Londra (dove l’istallazione è ancora presente) per permettere l’esecuzione di un duetto translatlantico!!!

Nelle strade, nelle piazze e nei parchi di tutti i cinque quartieri, fino al primo weekend di luglio ci saranno più di 60 piani con la scritta “Play Me, I’m Yours” (suonami, sono tuo), a disposizione di tutti i passanti 😉

Non si può suonare a qualsiasi ora ovviamente, così ogni guardiano incaricato di prendersi cura del piano in caso di pioggia, ha anche il compito di aprirlo con delle chiavi speciali alle 9 del mattino e di richiuderlo alle 22 (o fino alle 20 nelle zone residenziali)

L’associazione no profit  Sing for Hope che ha sponsorizzato il progetto ha già dichiarato che al termine dell’istallazione, donerà alcuni degli strumenti alle scuole locale e ne metterà all’asta i rimanenti per raccogliere soldi per beneficenza.

Ma per il momento iniziamo a goderci i piani presenti in città…  Musica, maestro!

 

Articoli Correlati


Street pianos
È stupendo poter chiaccherare su skype con le persone a cui si vuole bene e sentire che l'affetto reciproco...

Yoga sul pontile… con vista Manhattan
Incredibile, ne stavo parlando ieri a brunch con Fabrizio e Giovanni, ed ecco che stamattina mi sveglio...

Yoga sul pontile a Long Island City
Amo lo yoga (immagino lo si fosse capito) e ogni anno faccio di tutto per poter partecipare alle lezioni...