Basta trovarsi a Manhattan verso l’orario di punta (soprattutto nel pomeriggio dalle 17 alle 18), per capire che i newyorkesi conducono una vita MOLTO frenetica!!!

Facile pensare al traffico di taxi, limousine, macchine e autobus pensando a NY, ma forse non è altrettanto immediato pensare al traffico pedonale.

Sì, pedonale! Usciti dagli uffici una volta terminata la giornata lavorativa, tutti corrono a casa. Magari semplicemente per farsi una doccia, cambiarsi ed essere pronti per un’uscita con gli amici o col partner o per una cena in famiglia… fatto stà che CORRONO.

Corrono alla fermata metropolitana più vicina, corrono alla stazione del treno, corrono in mezzo alla strada per chiamare un taxi (quest’ultimo solo chi proprio non ne può fare a meno… prendere un taxi durante le rush hours, come vengon chiamate qui le ora di punta, equivale ad un “suicidio!”).

E in questo correre, i newyorkesi hanno svilupato un loro modo di disporsi sul marciapiede in modo da non “rallentare il traffico” neppure tra i pedoni.

Tutto funzionava più o meno perfettamente…

Beh, ad essere sincera, pure in questa “perfezione”, ogni martedì e giovedì, giorni in cui mi ritrovo al centro di questa “fiumana di gente” che migra per le vie della città, mi sembra sempre di impazzire: purtroppo anch’io mi trovo costretta a seguire un passo non mio. Pur trovandomi all’aperto mi manca l’aria e quasi non vedo l’ora di essere schiacciata tra la gente in metropolitana perché una volta scesa sarò finalmente arrivata a destinazione e allora tirerò il fiato 😉

Un meccanismo “funzionante” fino all’arrivo dei turisti.

Non all’arrivo degli italiani, ma a quello dei turisti da tutta America e da tutto il mondo. È facile riconoscere chi passeggia tranquillo in mezzo alla strada con macchina fotografica, piantina della città e sguardo illuminato.

Chi è in vacanza, quasi non si accorge di come tutta questa popolazione “isterica” continui a zigzagare tra i “turisti spensierati”, cercando di tornare a casa il prima possibile.

Per riportare tutto a posto ci ha pensato un artista anonimo, che lo scorso venerdì notte ha disegnato una linea di “sparti-traffico” sul marciapiede della 5th avenue, tra 21th e 22nd street (zona del Flatiron, dove probabilmente in tanti si fermano spesso a fare fotografie): a destra i turisti, a sinistra i neyorkesi.

Ora tutti sono avvisati: per fare foto o fermarsi a consultare la cartina, è meglio disporsi sul lato destro della strada, così da non intralciare la corsia di sinistra in cui i newyorkers possono continuare a correre…..!!!!  😀

Articoli Correlati


2012: Capodanno a Times Square
Le "regole generali" per godervi la fine dell'anno (e l'inizio di quello nuovo) a Times Square sono sempre...

Treni e trenini al Grand Central Terminal
Ha aperto oggi, sabato 19 novembre, la settima edizione dell'annuale Holiday Train Show presso il negozio-museo...

Cupid’s Undie Run: fare la differenza… in mutande
A NYC ogni occasione sia buona per rimanere in mutande... nel caso della Cupid's Undie Run lo è di...