La notte dell’11 settembre, fino all’alba del 12, due luci blu vengono proiettate nel cielo là dove una volta c’erano le Torri Gemelle.

Erano passati solo sei mesi dall’attacco del 9/11 quando la Municipal Art Society of New York illuminava in questo modo la città per la prima volta.

New York City non dimentica, gli Stati Uniti non dimenticano, e ogni anno da allora i due fasci di luce continano imponenti a colpire l’attenzione di chiunque si trovi ad un raggio di 40km.

Più potente che mai, l’intensità del blu negli ultimi cinque anni è stata rafforzata riutilizzando come combustibile l’olio vecchio dei ristoranti della città. L’unione fa la forza, sempre.

Questa foto l’avevo scattata l’anno scorso dal ponte di Brooklyn, da cui di certo si gode di un ottimo impatto visivo.

Altre ottime location secondo me da cui poter fare foto sono: la Brooklyn Promenade, il Brooklyn Bridge Park, Dumbo, la Promenade di Roosvelt Island, da Staten Island (all’arrivo del traghetto) ma anche da Washington Square Park o dalla fermata della metro di Fulton Street a Manhattan.

Articoli Correlati


Dalla Brooklyn Promenade al Brooklyn Bridge Park passando per lo Squibb Bridge
È dalla Brooklyn Promenade o dal Brooklyn Bridge Park che si gode della vista più suggestiva dello...

In traghetto sull’East River
In tanti pensano che NYC sia solo Manhattan... giusto per chiarire le idee: Bronx, Queens, Brooklyn e...

Tributo luci 9/11
L'11 settembre 2001 ero ancora in Italia. I telegiornali non facevano che mandare in onda ad oltranza...