Oggi pomeriggio ho comprato beni di prima necessità da portare a coloro che sono stati fortemente colpiti dall’uragano Sandy.

Ogni volta che mettevo nel carrello uno “stock” degli stessi prodotti (ad esempio, cinque asciugamani tutti uguali), le persone che mi erano accanto in un primo momento pensavano ci fosse qualche sconto particolare, e non appena capivano il vero motivo di tale shopping, si dicevano tutti pronti e decisi a dare anche loro il proprio contributo.

La generosità e la solidarietà sono decisamente contagiose 🙂

Ho ricevuto varie vostre email (GRAZIE) in cui mi chiedevate come poter aiutare da lì, così eccovi i link.

Queste sono organizzazioni a cui sto contribuendo come volontaria; so per certo che faranno buon uso di tutte le donazioni:

1) Occupy Sandy Recovery
2) Red Hook Initiative
3) Staten Island Recovers

–> per chi è qui: Mario Godiva sta continuamente organizzando gruppi di volontari che portano i beni di prima necessità a chi a perso casa a Staten Island, se volete potete unirvi a lui/noi oppure semplicemente lasciare gli oggetti da donare presso la palestra Complete Body&Spa (22W 19th street, Manhattan), a consegnarli ci penseremo noi 😉

Articoli Correlati


Un weekend (e più) di volontariato
La Maratona è stata ufficialmente cancellata, con la soddisfazione e il sollievo da parte dei newyorkesi...

Ho visto cose…
Tutto quello che scrivo è frutto della mia esperienza e del mio vissuto quotidiano, sempre. Vi ho parlato...

Con i resti di Sandy, un cuore a Times Square
So che è un po' presto per parlare di San Valentino, anche se tutti i negozi di New York non fanno che...