Ieri pomeriggio, intorno alle 17 ha finalmente nevicato anche a New York!!!

Il freddo dei giorni scorsi, dai MENO DODICI ai MENO SETTE, aveva già congelato la fontana di Bryant Park rendendola una delle opere d’arte più belle e fotografate della città…

Alla vista della neve che aderiva sulle strade dell’Upper East Side, mi è miracolosamente passata qualsiasi sensazione di freddo.

Con l’entusiasmo di una bambina, mi sono lasciata completamente rapire alla vista di un surreale bianco Guggenheim.

Di corsa mi sono precipitata al Reservoir: non curante del cellulare mezzo scarico, dell’appuntamento allo Standard Hotel che avevo coi miei carissimi amici dell’università (ai quali ho poi chiesto “umilmente perdono”) e del ghiaccio che mi è entranto nelle ossa delle mani, ho iniziato a scattare foto continuando ad incantarmi di fronte a tale bellezza che mi circondava.

Eravamo pochissimi: io, qualcuno che correva e altri che portavano il cane a passeggio; tutti immensamente toccati dalla meraviglia di ciò di cui eravamo testimoni. POESIA.

Col cuore colmo di gioia ho attraversato tutto il parco di corsa, da nord a sud e da est ad ovest, quasi trattenendo il fiato per la paura di lasciarmi sfuggire tutta quella immensa purezza che stavo respirando…

Per me anche questo è Vivere New York.

Articoli Correlati


Non giocate col ghiaccio!!!
Il 26 gennaio, su Facebook scrivevo: "Camminare sul lago ghiacciato di Central Park è la cosa più stupida...

La bellezza del Reservoir
Mi ritrovo spesso a passeggiare lungo il Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir, il lago più ampio di...

Neve e freddo a NYC
Queste ultime due giornate a NYC sono state all'insegna del GELO. Mentre i newyorkesi si lamentano...