Ogni giorno NYC mi regala un motivo in più per amarla nel profondo!

Con Luca, siamo stati in giro tutta la mattinata – era day-off, giorno libero, per entrambi finalmente – e dopo aver fatto colazione un paio di volte (mi piace un sacco la brioche al cioccolato e il caffé dei baracchini per strada), ci siamo rilassati a prendere un po’ di sole e a leggere a Bryant Park.

Verso mezzogiorno, rigenerati, abbiamo notato nel parco la presenza di un paio di giocolieri con clave e palline. Tutto QUASI normale, tranne il fatto che i giocolieri fossero in giacca e cravatta.

Cinque minuti dopo ai primi due, che nel frattempo si erano tolti la giacca (era comunque “singolare” vederli in camicia e cravatta 😀 ), se ne erano aggiunti altri. Qualcuno sempre in “versione ufficio”, qualcun altro più casual. Tutti al centro del parco, alle prese con clave e palline.

Incuriositi, io e Luca ci siamo avvicinati a loro per far qualche ripresa e intervistarli.

Prima domanda: «Perché fate giocoleria nel parco?».

Alex, così si è presentato l’uomo in giacca e cravatta a cui avevo posto la domanda, non mi ha permesso neppure di finire di parlare che subito mi ha messo in mano una pallina insegnandomi come passarla da una mano all’altra.

Luca, divertito, continuava a filmare.

Insieme ad altri amici, Alex passa tutte le sue pause pranzo nel parco – lavora in realtà come consulente all’istituto di economia internazionale – insegnando, a chiunque abbia voglia di imparare, l’arte della giocoleria!!!

Dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13, il martedì sera dalle 17:30 alle 19:30 e sabato alle 11 potete imparare anche voi giocoleria al parco GRATIS.

Troverete il gruppo di giocolieri a Bryant Park (fermata della metro F, V, B, o D), tra 40th e 42nd street, tra 5th e 6th avenue, per praticare e migliorare la loro arte.

Chiunque è il benvenuto, e se avete voglia di unirvi al gruppo incontrerete solo facce sorridenti pronte ad insegnarvi i “trucchi del mestiere“.

In meno di 5 minuti anche Luca ha messo da parte la videocamera e si è messo a giocare con le clave (lui è più bravo di me… io nel frattempo ero passata a 2 palline e poi per tutto il tempo ho provato a farne girare 3).

juggling

L’ora è volata!!!!! Sarei rimasta a giocare per tutta la giornata… faro in modo di organizzare anche le mie pause pranzo da quelle parti d’ora in poi 😉

Sono tutti simpatici, e fanno tutti altro nella vita… facilmente intuibile dal loro abbigliamento.

A New York si lavora sempre troppo, e questo è senz’altro un perfetto modo per scaricare stress e tensione (in maniera legale, come ha sottolineato Alex), durante la pausa giornaliera.

Tra i passanti, incuriositi, c’è chi si ferma a scattare fotografie e chi, come noi, osa avvicinarsi e viene immediatamente coinvolto nel gioco. Il gruppo continuerà ad incontrarsi tutti i giorni finché non sarà troppo freddo per poterlo fare all’aperto.

Quest’anno Alex ha iniziato a ritrovarsi con gli amici nel parco il 15 maggio, e ci ha detto che ha intenzione di continuare anche d’inverno; e quando al centro del prato installeranno l’annuale pista di pattinaggio, i casi sono due: o si sposteranno a lato della pista o “si vedranno costretti” a portare la giocoleria sui pattini!!! GRANDISSIMI!!!!!!!!!!!

Questo progetto è totalmente gratuito e nato dall’iniziativa brillante di un gruppo di amici che condivide la stessa passione. BRAVI!!!!

–> leggi anche, in inglese, l’articolo che avevo scritto per la rivista Speak Upwww.speakuponline.it/articolo/juggling-in-bryant-park-language-level-b2-c1

Articoli Correlati


In giro sotto la neve
Dopo aver fatto yoga, io e Luca ci siamo diretti nei dintorni di Union Square per mangiare qualcosa e........

Avventura Las Vegas- Los Angeles…
Las Vegas - Los Angeles: MAI PIÙ IN AUTO!!! L'idea era quella di fermarci a metà strada circa, all'outlet...

Cinema all’aperto anche d’inverno a Bryant Park: fantastico!
Per Natale ho regalato a Luca i pattini da ghiaccio, in modo da aver una scusa in più per andare insieme...