Nicola ed io ci siamo conosciuti tramite Twitter e sono felicissima di poter condividere con voi la sua esperienza e le sue stupende foto su Vivere New York… Grazie mille Nicola!!!

Ciao a tutti, mi chiamo Nicola, ho 40 anni, lavoro in un’industria di caffè, sono un coach di Pallacanestro e un appassionato di fotografia.

Grazie a Laura e alla sua gentilezza ho l’occasione, tramite qualche mia foto e queste poche righe, di esternare e cercare di trasmettere la carica che 10 giorni nella city mi hanno lasciato dentro (ho idea che sappiate cosa intendo vero?!…).

Premessa, nel 2006 per motivi sportivo/lavorativi ho passato 4 giorni a NYC e, vuoi per il poco tempo a disposizione, vuoi per gli impegni già fissati, non ero riuscito a visitarla, fotografarla ma soprattutto a viverla come merita. Prima ancora di toccare il suolo Italiano però avevo già deciso che ci sarei tornato!

Non c’era un motivo preciso per sentire già il bisogno di tornare… ce n’erano tantissimi e messi tutti insieme io li ho sempre tradotti nella frase: “Sei al centro del mondo e allo stesso tempo ti senti totalmente a tuo agio!”.

Poco dopo ho conosciuto la mia Gloria e dopo il primo appuntamento penso di averle detto: “sai, ti devo portare a NY!”… A Gennaio 2013 abbiamo capito che poteva essere arrivato il momento giusto e, iniziando a prendere informazioni sul web, ci siamo imbattuti in “VivereNewYork” e di conseguenza nell’energia e nella gentilezza di Laura e lo abbiamo subito eletto a “preferito” collegandoci poi anche ai profili FB, Twitter e Instagram!

Grazie ai consigli del blog abbiamo iniziato a programmare il viaggio e senza intoppi abbiamo trovato ottimi voli , l’Hotel (il Gershwin) a Manhattan, ci siamo muniti di Esta, di assicurazione, di NewYorkPass, organizzato i trasferimenti e abbiamo cominciato a fare il conto alla rovescia: obiettivo 13 Giugno (fino al 23).

Quel giorno siamo partiti carichi a pallettoni e con la piacevole sensazione che le dritte del blog ci avrebbero fatto ottimizzare i tempi e ci avrebbero impedito di fare gli “errori” del turista imbranato…

È Giovedì sera, siamo arrivati al JFK in orario, oretta di fila per il controllo passaporti e finalmente montiamo sull’auto a noleggio direzione Manhattan. Piove ma non ce ne accorgiamo neanche, è ormai buio, siamo stanchi ma l’avvicinarsi dello Skyline illuminato ci fa dimenticare la stanchezza!

Ci sistemiamo in Hotel e nonostante la pioggia e il sonno io e Gloria “dobbiamo” fare due passi per 5th AV, la posizione dell’Hotel è perfetta, tra il Flat Iron e l’Empire! Ci sentiamo già Newyorkers

Dal giorno successivo ci siamo immersi nella “nostraNew York con delle idee di itinerari già preparati ma pronti anche a “deviare” attirati da luoghi, profumi, eventi e persone!

Le foto raccontano (un po’) i nostri 10 giorni da NewYorkers.

Spero che queste immagini vi facciano venire voglia di partire o di ritornarci, con le foto ho cercato di trasmettere le molteplici facce e gli splendidi contrasti della grande mela, dalle foto più turistiche a quelle più alternative.

Social(izzare) nel 2013″

Chiaramente sono una piccola (e difficile per me…) selezione, se vi va di dare un occhiata anche alle altre le trovate nei miei album Facebook: ‘Empire State of Mind e Questo è l’ombelico del mondo

Io avevo sempre sentito parlare del “mal d’Africa”… del “mal di New York” non ne sapevo niente! 😉

Insomma… Buon Viaggio a tutti!!!

Nicola

p.s. Grazie Laura di averci fatto “VivereNewYork” così alla grande!

p.s.2 Ci sarebbe piaciuto incontrare Laura per ringraziarla di persona ma per un motivo o per l’altro non ce l’abbiamo fatta, vorrà dire che abbiamo già la scusa per ritornare!

Articoli Correlati


Floriano Pagliara: dall’Italia a NYC grazie alla boxe
Io non ho mai apprezzato la boxe fino alla lettura di Amodio, lo stupendo libro di Maurizio Fiorino,...

Greta e l’incontro con Jim Sturgess
"Ciao a tutti!! Sono Greta e finalmente ce l'ho fatta a realizzare uno dei miei sogni ...un bel viaggio...

Sandy, Sandy, Sandy… Il racconto e le scioccanti foto di Eleonora
Ho conosciuto Eleonora quasi un mese fa ad una lezione di Kangoo 🙂 Durante l'uragano è rimasta senza...