A New York ci sono sempre talmente tante cose da fare che spesso si vorrebbe poter avere il dono dell’ubiquità per poter godere di tutto…

Alcune volte basta solo “fare il primo passo verso l’avventura” perché tutto poi si spieghi perfettamente per il resto della giornata.

Nella newsletter inviata sabato, davo appuntamento a domenica 9 dicembre a chiunque volesse unirsi a me per “viaggiare nel passato” a bordo del Treno Nostalgia. L’appuntamento era per ieri dunque, alle 14.30 presso la fermata di 2nd Avenue della linea F. Appena arrivata, ho conosciuto subito Maria Gavina e Luca, i primi ad aspettarmi, e a bordo del treno vintage si è unita a noi anche Francesca (ci ha riconosciuti sentendoci parlare in italiano) 🙂

Il forte rumore del treno vecchio, l’odore dei freni bruciati, gli occhi entusiasti e curiosi dei passeggeri e di chi aspettava alla stazione, le ventole a bordo delle carrozze, i vecchi sedili e qualche appassionato vestito a tema ci hanno fatto compagnia per tutto il tragitto. Correndo sotto l’East River per arrivare a 23rd street nel Queens, Jim, uno dei controllori del treno, ci ha spiegato che i treni moderni viaggiano sempre a “media” velocità (nonostante si possa o optare anche per una “alta”), mentre su quello vecchio la scelta non esiste: solo in questo tipo di eventi storici si ha l’occasione di viaggiare per questa tratta alla massima velocità!

“Believe it or not”, i treni vecchi vanno più veloce dei nuovi!!!

Scesi al capolinea di Queens Plaza, abbiamo aspettato nuovamente che il vecchio treno vintage tornasse indietro e alla fermata di 47-50 Sts Rockefeller Center siamo scesi per assistere al Tuba Christmas Concert davanti al bellissimo albero illuminato.

Insieme al coro degli strumenti, perfettamente allineato sulla pista di pattinaggio, le canzoncine natalizie venivano intonate anche da tutti i presenti (noi compresi, eheheheh)… Stupendo!

Estasiati dall’atmosfera, invece di salutarci e proseguire la giornata prendendo diverse direzioni, abbiamo deciso di fare una passeggiata ancora insieme sulla Fifth Avenue fino a Bryan Park, per ammirare il mio albero di Natale preferito (trovo che le luci blu siano davvero magiche!) e far merenda con le ciambelle di Dough, le più buone del mondo!

Rifocillati e felici ci siamo ritrovati nuovamente a decidere il da farsi per la serata e con grande soddisfazione il mio suggerimento di fare un giretto “perlustrativo” a Dyker Heights (prima di tornarci anche sabato 22 dicembre con tutti gli amici di VivereNewYork) è stato accolto con grande entusiasmo.

Scesi in metropolitana, in 45 minuti di viaggio da Bryant Park sulla linea D siamo arrivati alla fermata di 79th Street e da li a poco ci siamo ritrovati da lucine, ghirlande, addobbi, gonfiabili, pupazzi e marionette tutt’intorno. MERAVIGLIOOSO.

Certo, con la neve diventa tutto ancora più suggestivo, ma i nostri sguardi persi erano la prova che anche sotto un velo di pioggerellina siamo riusciti a goderci un sogno ad occhi aperti.

Di fronte alla casa che piace di più a me (Maria G, Luca e Francesca concordavano sul preferire quella qui sopra con la scritta “Toy Land”, a detta loro più “sobria” 😀 ), siamo anche riusciti a trovare un “volontario” che ci scattasse questa foto qui sotto prima di incamminarci nuovamente verso la metro.

Siamo anche entrati da Mona Lisa (dove sono stata anche l’anno scorso a mangiare i cannoli) ma: o hanno aumentato i prezzi o non mi ricordavo assolutamente di aver speso così tanto! Dopo aver letto il prezzo del cappuccino ($7.50 senza tasse e senza mancia!!!) ho invitato il piccolo gruppetto ad alzarsi dal tavolino in cui ci eravamo appena seduti e siamo scappati via, eheheheh!

Quindi: abolita la sosta anche per sabato 22, il prezzo è troppo folle 😉

Ultimo appuntamento della giornata, per me, è stata l’ottima pizza di Sottocasa in compagnia di un altro lettore del blog, Alessandro, e dei suoi amici: insieme alla moglie Monia apriranno presto una gelateria (L’Albero dei Gelati) a Park Slope, non vedo l’ora!!!

Giusto per concludere piacevolmente la serata, da Sottocasa sono arrivati anche i nostri amici Massimo e la moglie (fedelissima lettrice del blog!), in vacanza dall’Italia, ed Eugenio, facendoci una bellissima sorpresa: grazie!

Articoli Correlati


Subway Swing 2014: video del passato
Ecco cosa è successo domenica scorsa a NYC, bordo del Treno Nostalgia. La giornata swing con tanto di...

A bordo del Nostalgia per rivivere il passato a NYC
A NYC tutto sembra possibile, anche spostare le lancette dell'orologio indietro nel tempo e ritrovarsi...

Swing in metropolitana (vintage)
Una delle attrazioni della New York di dicembre sono senza dubbio i vecchi treni Nostalgia che vengono...