Mentre in Italia si parla di temperature sotto lo zero e di inverno rigido, a New York oggi c’erano di nuovo quattordici (!!!) gradi centigradi e qualche temerario era addirittura in giro in canottiera… i soliti esagerati, eheheh 😀

Per tutta la settimana le previsioni danno una massima di 8 gradi e una minima di -2.

Dopo il “record neve” raggiunto lo scorso anno sembra che questa volta il vero freddo non sia ancora arrivato da queste parti, eppure dopodomani sarà il Giorno della Marmotta!!!

Me lo ricordava ieri sera Luca e a me sembrava impossibile fossimo già a questo punto della stagione…

Il 2 febbraio di ogni anno, secondo la tradizione, la marmotta viene disturbata e fatta uscire dal letargo per vedere la sua reazione al sole e prevedere di conseguenza quando arriverà la primavera. Se impaurita della propria ombra verranno predette altre 6 settimane di freddo, altrimenti si parlerà di una “early spring“.

A New York l’incarico di svegliare Chuck, la marmotta ufficiale che risiede allo zoo di Staten Island, spetta al sindaco Michael Bloomberg e il “faccia a faccia” è previsto per il prossimo giovedì (2 febbraio) alle 7.30 del mattino.

Con l’80% di predizioni corrette alle spalle Chuck ha sempre più credibilità: inverno o primavera per noi?!

Articoli Correlati


Il giorno della marmotta
Il giorno della marmotta, detto Groundhog Day, si tiene il 2 febbraio di ogni anno alle 7 del mattino...

Pazza primavera a NY
Viste le temperature dell'ultimo periodo non mi sorprendo nel ricevere così tanti messaggi e email da...

Presto la primavera a NYC. Parola di marmotta, nonostante al tg abbiano detto il contrario
Da quando vivo a New York, il 2 febbraio per me è diventata consuetudine svegliarmi e andare a leggere il...