Eccomi pronta a rientrare a casa. Questa vacanza italiana è stata rigenerante, ma ora ho anche voglia di ritornare alla mia vita newyorkese 😉

Stamattina ho salutato Marina di Carrara facendo colazione alla pasticceria Camboli Benito (Via Rinchiosa, 20) –> perla della zona!!!!! Meringata con crema e frutta, bigné allo zabaione o brioche integrale con la marmellata: questo è il dilemma.

Poi mi sono messa in viaggio per Milano con mio babbo e la Dany (che tornava a Rimini) e ho fatto sosta a Fidenza per far rifornimento di parmigiano e salumi sottovuoto da mettere in valigia… sono o non sono un’immigrata???!

Inutile che scherziate, tutti i miei amici italiani che vivono negli States fanno la stessa cosa!!!! Il cibo di casa è sempre più buono, non c’è niente da fare.

Anche se in verità almeno a NY sarà sempre più facile acquistare prodotti genuini importati direttamente dai produttori italiani. Al numero 200 di 5th avenue (di fronte al Flatiron, all’altezza della 23rd street) aprirà presto Eataly, di cui forse avete sentito parlare 😉

È stato infatti Massimo, commesso alla bottega di Fidenza, che appena ha saputo dove sarebbero finiti i “suoi” salumi, mi ha chiesto se avesse o no aperto di recente Eataly.

“Mecca dello Slow Food” si propone di offrire il meglio della tradizione italiana: caseificio, macelleria, forno, pasticceria, gelateria, bar, casalinghi, libreria……… e per concludere: 8 ristoranti, 20 chef e 600 coperti.

Quando sono partita era ancora tutto sbarrato, l’apertura era prevista per la fine dell’estate e si parlava addirittura di fine settembre, ma pare che in Italia se ne parli già parecchio. Martedì farò un breve sopraluogo e spero di potervi portare buone nuove 🙂

A prestooo!!!! Questa volta da NY.

Articoli Correlati


Iscriversi all’AIRE
Finalmente oggi, dopo tre anni e mezzo di New York, mi sono decisa ad iscrivermi all'AIRE (Anagrafe Italiani...

Buona Pasqua!!!
Mezzogiorno di domenica 24 aprile 2011, la domenica di Pasqua! Ripenso ai tordelli (così venivano...

Colazione a casa
Ho sempre fatto fatica a capire l'amore degli americani per il peanut butter e ultimamente mi sono dovuta...