Sono tre anni che mi diverto a fotografare le decorazioni per Halloween della casa dietro alla nostra, a Boerum Hill, Brooklyn.

Questa sera mi sono avventurata da sola con la macchina fotografica e mentre scattavo ridevo ad alta voce senza riuscire a controllarmi… sono dei geni!!!

Ogni piccolo particolare è studiato con attenzione, ed è fantastico come la gente del quartiere risponda alla “provocazione“. Un signore sulla quarantina si è avvicinato alle zucche, si è girato verso di me e con aria distratta ha iniziato a cantare “I’ve come to wish you an unhappy birthday, Because you’re evil and you lie. And if you should die, I may feel slightly sad but I won’t cry“. Aggiungendo poi: “Unhappy Birthday“, è una canzone degli Smiths. [La prima serenata che mi è stata cantata a NYC, ahahaha!!!]

Subito dopo un altro ragazzo ci ha superati ignorandoci, si è voltato di scatto ed è tornato indietro urlando “Qui sì che i bambini si divertono!”, ci ha sorriso e poi con fare misterioso ha proseguito con “Treats or Trick?” (dolcetto o scherzetto?).

Osereste visitare la casa?

Si trova su Bergen Street vicino a Bond Street, tra Bond e Nevins Street. La fermata metropolitana più vicina è quella di Bergen della linea F.

Articoli Correlati


La strage delle zucche a Boerum Hill…
Ormai da tradizione, dietro casa nostra a Boerum Hill - Brooklyn - si può ammirare uno spaventoso scenario...

La casa (insanguinata) delle bambole…
Fa decisamente discutere la scelta "artistica" di uno dei residenti del mio quartiere, Boerum Hill, a...

La casa delle zucche insanguinate
Ieri pomeriggio alla Pumpkin Flotilla organizzata all'Harlem Meer di Central Park, eravamo nove...