Thanksgiving si avvicina e in generale si respira nell’aria quella voglia di essere più gentili, più grati e riconoscenti.

Tutti i miei amici americani mi chiedono premurosi dove e come passerò il Giorno del Ringraziamento, pronti ad aggiungere un posto (o due) in più a tavola nel caso non abbia ricevuto alcun invito. È una giornata da trascorrere “in famiglia“, per questo si offrono di accoglierci nel loro focolare domestico.

Quest’anno noi festeggeremo “all’italiana” dai nostri amici Chiara e Tommaso, ma a tavola con noi ci sarà anche la nostra “nonnina americana” Mary 🙂

Questo preziosissimo momento di amore e condivisione (tacchino e cibo a volontà!), si vanificherà nel nulla con lo scattare del Black Friday…!!!

Lo shopping agguerrito del giorno dopo o stesso, nel caso di aperture straordinarie di giovedì tarda sera, è infatti fonte numero uno di stress.

È vero che se si è così “folli” da mettersi in coda ad esempio davanti a Best Buy 6 o 7 ore prima dell’apertura straordinaria, si può anche risparmiare il 70% sull’acquisto dei prodotti in offerta, se si riesce ad averla vinta su qualche altro consumatore che mette le mani sull’ultimo pezzo rimasto insieme a voi, ma… ne vale la pena?!

Stan Honda/AFP/Getty Images

Appena trasferitami a NYC ero entusiasta all’idea di questa grande giornata di svendite, saldi e shopping; ora un po’ meno.

Nei negozi c’è sempre una grande e sconfortante ressa, nonostante negli anni gli sconti siano stati estesi all’intero weekend proprio per facilitare lo shopping e per evitare ulteriori tragedie provocate da “mandrie imbufalite” come successo in passato.

A me piacerebbe “resistere” alla tentazione dello shopping convincendomi che tutta questa politica del Black Friday sia solo un ulteriore tattica commerciale tesa a spingere noi consumatori a spendere molti più soldi di quelli previsti per prodotti di cui potremmo assolutamente fare a meno… ma poi ci casco sempre 😀

Stan Honda/AFP/Getty Images

Ho imparato ad evitare Midtown: Macy’s e 34th Street sono decisamente “off limits”. Ancora non riesco a rinunciare all’Upper East o all’Upper West Side, che di solito sono un po’ meno affollati e verso sera mi concedo sempre un’ultima e inutile “corsa” per SoHo.

Tantissimi sconti online poi sono già iniziati… è una tentazione continua, AIUTO!!!

Articoli Correlati


Black Friday e concerto
Siete pronti al delirio del post-Thanksgiving??? Sì, sto parlando del Black Friday, unica giornata di...

Black Friday: una giornata di shopping sfrenato
Invece di lanciarmi subito nella follia degli acquisti, stamattina ho deciso di mettere per iscritto...

Cupid’s Undie Run 2014
Quest'anno San Valentino cadrà di venerdì... avete particolari programmi per festeggiare? Noi, da...