Ho avuto il piacere di conoscere Marta e il suo ragazzo Alessandro qualche settimana fa, durante il loro soggiorno a New York, e sono felice di pubblicarvi il suggerimento di Marta!

–> cliccate qui se anche voi voleste scrivere un post per VivereNewYork.

“New York…New York
I want to wake up, in a city that never sleeps (…)

Cosi cantava Sinatra dalla ugola d’oro e cosi canto io quando ripenso alla mia bellissima vacanza made Usa, con la mia ugola che ahimè non si avvicina nemmeno al bronzo…

Cosi però si intitola anche il romanzo di Edward Rutherfurd che ho da poco finito di leggere e che mi ha aiutato ad affrontare la mia vacanza in modo informato e consapevole.

Questa volta mi sono imposta di fare le cose fatte bene, di non approdare nella city bendata della mia palpabile e beata ignoranza e arrivare con un po’ di nozioni storiche pertinenti, giusto per darmi un po’ di smalto.

Purtroppo in casa mi hanno fatto notare che Sex and the City docet ma non basta.

Vi giuro che, determinatissima, ho provato a prendere in mano qualsiasi tipo di faldone con almeno due eventi in croce degni di nota, ma devo essere onesta… appena mi avvicino ad un qualcosa che sembra essere anche solo lontanamente un libro storico mi viene una gran orticaria, finendo per assomigliare terribilmente a maga magò con il morbillo.

Fortunatamente per me, Rutherfurd e il mio mitico papà, conoscendo la sua gallina, sono venuti in mio soccorso regalandomi un excursus storico di quattro secoli incentrato sulla città che non dorme mai!

Non fatevi spaventare dalle 981 pagine ma godetevi una insolita passeggiata nella storia accompagnati da ospiti d’eccezione, i membri della famiglia Master che testimoniano gli avvenimenti salienti di New York generazione dopo generazione dopo generazione, e dalle occasionali comparse che li affiancano.

Partendo dal lontano 1664 quando la grande mela era solo una piccola colonia olandese, rivivete le gioie delle conquiste territoriali, politiche, le espansioni e i dolori della guerra di secessione, assistete alla costruzione dell’Empire State Building, mischiatevi tra gli immigrati in transito a Staten Island, entrate nei delicati meccanismi che animano Wall Street e compartecipate del grande boom economico che rese uomini ricchi e potenti. Infine rivivete il crollo delle torri gemelle congedandovi cosi, alla soglia del 2002, dai personaggi che vi hanno tenuto cosi a lungo compagnia.

Insomma vi consiglio vivamente questo libro come utile manuale di apprendimento e alla fine, se dopo averlo letto non vi ha entusiasmato potreste sempre reimpiegarlo come zanzaricida di ultima generazione, e ora che arriva l’estate non si sa mai cosa possa essere davvero utile…”

–> Credo proprio che lo leggerò presto. Intanto grazie mille a Marta, al suo babbo e al signor Rutherfurd 😉

Articoli Correlati


Fiori, fiori e fiori da Macy’s
Giornata fredda e meravigliosa oggi a NY. Il sole è caldo e avvolgente, ma ancora ci sono stati dai...

Alessandro e la caccia al tesoro newyorkese
Alessandro e Marta sono una bellissima coppia che avevo conosciuto a New York e che ho rivisto con piacere...

Italia NY, viaggio organizzato
Ho conosciuto Davide l'estate scorsa qui a New York visto il suo amore e la sua passione per la città...